Cgia Mestre: in un anno aumento per 850 euro a famiglia

Stangata in arrivo per le famiglie italiane. La Cgia di Mestre, in base ai dati dell'inflazione nel 2010, ha calcolato quanto dovranno pagare di più le famiglie italiane per le spese correnti.

Secondo l'ufficio studi dell'associazione gli italiani pagheranno in media 857,3 € in più, con un aumento più marcato al Nord (+ 989,3 € pari a +2,95%), seguito dal Centro (+897,9 € pari a+ 2,94%) e dal Sud (+634,8 €, +2,76%). Questo, ovviamente, se le abitudini di spesa non cambiassero e le famiglie comprassero le stesse cose cha hanno acquistato l'anno passato

In particolare le famiglie dei lavoratori autonomi (artigiani e commercianti) rischiano un salasso di 1.017, 7€, quelle con un libero professionista un aumento di 1.289,6 € (pari al +2,91%), mentre diritgenti e impiegati pagherebbero 1.098,6 € in più (+2,89%). Male anche per hli operai +862,6 € (+2,88%) e pensionati o disoccupati che dovrebbero affrontare maggiori uscite rispettivamente per 739,7 € (+2,83%) e i 638,5 € (+2,82%).

In particolare, secondo il segretario della CGIA di Mestre Giuseppe Bortolussi, peserebbero di più i rincari di combustibili, energia e trasporti; a seguire le spese per la manutenzione della casa.

  • shares
  • Mail