Partiti: più debiti nel 2005! (Cara democrazia, ma quanto mi costi! Parte prima)

montecitorio

Visto che nelle ultime settimane il tema "risparmio" e quello "politica" sembrano legati da un doppio nodo, battiamo il ferro fin che é caldo e occupiamoci dei debiti dei partiti di "casa nostra": un buco da 340 milioni di Euro. (leggi)

Attenzione perché stavolta non é la solita bufala quindi non ve la caverete con qualche segnalazione, la fonte non é la mia casella di posta elettronica ma é decisamente più autorevole, parte infatti da un'inchiesta del Sole24Ore, il risultato?

Come sempre accade in questi casi é ovvio: i nostri politici hanno le mani bucate!

La domanda, quindi, é la seguente, spesa pubblica alle stelle, economia ferma ma "senza i costi della politica quanto sarebbe più competitiva l'Italia?"

I conti, sempre secondo il Sole, sono peggiorati, il ricorso al credito bancario é forte e non sembra porre alle controparti particolari problemi finanziari o etici.

Preoccupa il tridente "Regione-Provincia-Comune", burocrazia che produce altra burocrazia con pace all'anima del contenzioso Stato-Regioni.

Per la truppa dei 1.250 consiglieri regionali spendiamo 140 milioni all'anno, con indennità di carica (una indennità particolare concessa ai titolari di determinate cariche, pubbliche o private, in relazione alle maggiori spese o al maggior prestigio a esse connessi) variabili che in alcuni casi arrivano 10-12mila euro mensili.

Assessorati e compagnia bella stanno bene, sono belli grassocci e non hanno intenzione di dimagrire.

E ora veniamo ai debiti:

Sul debito totale oltre la metà grava sulle spalle dei Ds, con 179,6 mioni di euro in crescita dai 178 milioni del 2004. Segue Forza Italia con 113,6 milioni che nel 2004 stava a quota 121,6. In rosso anche Udc con un debito di 12,5 milioni dagli ultimi 10 e la Margherita a 11,7 milioni dai precedenti 3,5 del 2004. Veniamo alla sinistra radicale con il Partito della rifondazione che dai 4,3 milioni di debiti del 2004 passa quest'anno a quota 5,7 milioni, in calo invece i comunisti italiani da quota 0,3 milioni nel 2004 agli 0,2 di quest'anno. Crescono anche l'Udeur e i Verdi (a 3,5 milioni dai precedenti 2,8), An (a 1,93 milioni dai precedenti 1,91). Lega Nord in discesa da 0,8 a 0,4 milioni, ritraccia anche la Lista Panella a quota 8 milioni di quest'anno dai precedenti 11,2 dell'anno scorso. Discorso a parte per L'Italia dei Valori da zero a 0,09 milioni in un anno.

E pensare che sono cresciuti pure i contributi pubblici (i nostri contributi), 187,4 milioni nel 2005 (22,9 milioni in più rispetto al 2004), che coprono ben l'82,8% delle entrate dei nostri partiti (rispetto al 77% del 2004). Viene da dire "Cara democrazia" ma quanto mi costi!

Eh si! Se non ci fossero le nostre saccoccie i nostri cari politici chiuderebbero bottega!

E poi date un occhio qua.

  • shares
  • Mail