Antitrust: Pioggia di multe per Ryanair


Altra stangata dell'Antitrust a Ryanair. La compagnia low cost è stata sanzionata per un totale di 500 mila euro per una serie di pratiche commerciali scorrette. Di fatto l'Autorità contesta praticamente tutte le regole interne della compagnie che portano i viaggiatori a esose penali e a costi occulti. Le compagnie aeree sono state spesso sanzionate dall'Antitrust, ma la Ryanair ha certamente un rapporto "privilegiato" per quanto riguarda le multe.

Nel mirino la solita questione dei prezzi non trasparenti con offerte molto vantaggiose che alla fine del processo di pagamento spariscono per via di costi aggiuntivi ai quali il consumatore non può sfuggire:

l'ingannevolezza, la scarsa trasparenza, l'inadeguatezza e, in alcuni casi, addirittura la carenza di informazioni relative ai prezzi dei biglietti, che vengono presentati al mercato senza indicare alcuni costi che vengono successivamente aggiunti al momento del pagamento con carta di credito pur essendo prevedibili ed inevitabili.

Sono cinque le pratiche contestate alla compagnia: offerte risultate ''introvabili'' dagli utenti (sanzione di 110.000 euro); mancata indicazione di costi aggiuntivi come web check in, carta di credito e IVA (sanzione di 220.000 euro); difficoltà di ottenere assistenza per il rimborso dei biglietti (sanzione di 90.000 euro); Pubblicazione delle informazioni rivolte ai consumatori italiani in lingua inglese (sanzione di 27.500 euro) e ''Ingiustificati esborsi aggiuntivi'' nel caso di richiesta di variazioni di date, orari, nome dei passeggeri e tratte di volo o di riemissione della carta di imbarco in aeroporto (sanzione di 55.000 euro).

  • shares
  • Mail