Pensioni d'oro: Contributo di solidarietà inserito in manovra


Non solo lo stop della rivalutazione automatica per le pensioni, ma anche un "contributo di solidarietà" per quelle che, a tutti gli effetti, possono essere definite "pensioni d'oro". Si tratta di quei trattamenti previdenziali superiori ai 90 mila euro lordi annui. Ogni euro fra i citati 90 mila e i 150 mila sarà "tassato" al 5% mentre la parte eccedente i 150 mila dovrà rinunciare ad un 10%.

Il testo della manovra correttiva si arricchisce di questo ulteriore taglio in vigore dal 1 agosto 2011, da subito, fino al 31 dicembre 2014. Il "contributo di solidarietà" colpisce una parte realmente marginale dei pensionati italiani, sembra sensato colpire in un momento di difficoltà questo tipo di pensioni, ma rimane il dubbio sul perché lo stesso tipo di operazione non venga fatto sui patrimoni consistenti e sui consumi di lusso.

  • shares
  • Mail