Carte di credito per pagare i generi alimentari, boom negli USA

Secondo una recentissima ricerca SpendTrend elaborata per l'agenzia Bloomberg negli Stati Uniti sempre più persone, in particolare quelle a basso reddito, fanno ricorso alla carta di credito per differire l'impatto anche delle spese per beni alimentari. Non più acquisti frivoli, vestiti, oggetti di hi-tech, ma frutta, verdura e altri alimenti comprati con la carta di credito, di fatto facendo ricorso ad un indebitamento a breve termine o a medio termine in caso di carte revolving.

Gli importi degli acquisti con carte di credito sono cresciuti del 10,7% confrontando i dati fra giugno di quest'anno e giugno 2010 con un aumento delle transazioni del 6,8% che gli esperti attribuiscono anche all'aumento dei costi del carburante che costringono i consumatori americani ad effettuare un numero maggiore di rifornimenti con importi più bassi.

  • shares
  • Mail