Precari scuola, assunti con 4.000 euro in meno

Cattive notizie per i precari assunti entro il primo settembre. Il nuovo contratto nazionale di lavoro, infatti, per assumere a tempo indeterminato nelle scuole oltre 30.00 docenti e 36.000 ATA precari, prevede il congelamento dello stipendio per qualche anno e una perdita secca, secondo quanto previsto dalle sigle sindacali, di 4.000,00 Euro.
Cattive notizie per i precari assunti entro il primo settembre. Il nuovo contratto nazionale di lavoro, infatti, per assumere a tempo indeterminato nelle scuole oltre 30.00 docenti e 36.000 ATA precari, prevede il congelamento dello stipendio per qualche anno e una perdita secca, secondo quanto previsto dalle sigle sindacali, di 4.000,00 Euro.

Per la Cgil che per ora ha scelto di non firmare è contraria alle penalizzazioni in busta paga contenute nell'accordo che allungano in modo strutturale il primo gradone stipendiale, portandolo da 0-2 anni a 0-8 anni, con l'effetto che un docente precario neo assunto con 5 anni di pre-ruolo, col vecchio gradone, sarebbe scattato di fascia l'anno successivo, mentre ora per effetto del contratto dovrà aspettare 3 anni e 4 mesi e quindi, in base al nuovo gradone, perderà l'aumento per il periodo mancante al raggiungimento del gradone successivo. Se il neo assunto vanta un'anzianità di pre-ruolo di 10 o più anni non perderà nulla, considerato che la nuova assunzione avverrà direttamente al gradone successivo.

Stesso discorso vale per gli ATA, che, sempre nell'ipotesi di neo assunti con 5 anni di anzianità pre-ruolo, perderanno da 1.254,07 euro (se collaboratore scolastico) a 1.612,95 euro (se assistenti amministrativi e tecnici). Se infine Dsga (vale a dire, Direttori dei servizi generali e amministrativi), 2.784,64 euro.

  • shares
  • Mail