Acquistare oro usato, il nuovo business in tempi di crisi

La crisi economica costringe molti a vendere alcuni oggetti. In questo periodo si sta osservando un vero e proprio boom dei compro oro. Alcune regole per non rimanere fregati.
La perdurante crisi economica costringe molti persone a tagliare i consumi e per arrivare a fine mese ci sono famiglie disposte a vendere alcuni oggetti preziosi, ricordi di una vita. Ecco perchè in questo periodo si sta osservando un vero e proprio boom dei c.d. compro oro, i negozi specializzati nella compravendita del metallo prezioso. Si possono permutare collanine, bracciali, protesi per i denti, orecchini e così via. A farlo sono persone di varia estrazione sociale, dagli studenti agli anziani, dai lavoratori precari alle famiglie in crisi. A volte, chi ha più necessità di denaro vende persino le fedi nuziali.

Il giro d'affari medio di un negozio del genere si può stimare attorno ai 350.000 euro all'anno. Quanto alla diffusione, secondo stime recenti, a maggio del 2011 erano presenti 20.000 punti vendita aperti in Italia, di cui la maggior parte diffusi al sud Sud.

Chi ha intenzione di vendere dell'oro deve però fare attenzione ai possibili raggiri: a volte, le quotazioni praticate dai compro oro sono spesso diverse da quelle ufficiali negoziate sui mercati e controllate da istituzioni e talvolta viene considerato di un peso minore rispetto a quello effettivo, poichè le bilance sono, talvolta, volontariamente taroccate. Va ricordato, peraltro, che i commercianti sono obbligati a verificare l'identità del cliente che vende il proprio oro, registrando le sue generalità e il domicilio.

Per evitare questo è bene seguire questi piccoli suggerimenti.
In primo luogo è opportuno informarsi sulle quotazioni dell'oro praticate sui mercati internazionali facendo alcune semplici operazioni: dividere la quotazione in dollari per 31,1 (valore dell'oncia per i metalli preziosi); guardare la quotazione euro-dollaro per calcolare il valore in euro per ogni grammo. Il secondo consiglio utile è di confrontare più negozi specializzati scegliendo quelli che presentano le quotazioni più vantaggiose. Un terzo suggerimento da seguire se ci si vuole disfare dei propri gioielli in cambio di denaro contante è di pesare l'oro prima di portarlo al "compro oro".

  • shares
  • Mail