Dell Computer amumenta l'utile nel secondo trimestre

Dell Computer ha annunciato di aver aumentato nel suo secondo trimestre fiscale terminato lo scorso 31 luglio il suo utile netto del 63% a $890 miloni pari a $0,48 per azione. Michael Dell ha fondato l'omonima e famosa azienda nel 1984 ad Austin nel Texas, con l'idea, innovativa per l'epoca, di vendere personal computer (e non solo) direttamente ai clienti offrendo le soluzioni informatiche rivelatesi efficienti e con una varietà di scelta capace di soddisfare tutte le loro esigenze. Oggi l'azienda è in contatto ogni giorno con oltre 5,4 milioni di clienti in tutto il mondo, ha oltre 96.000.

Nei giorni scorsi, l'azienda del Texas ha annunciato di aver aumentato nel suo secondo trimestre fiscale terminato lo scorso 31 luglio il suo utile netto del 63% a $890 miloni pari a $0,48 per azione. Escluse le voci straordinarie l'utile del terzo produttore al mondo di PC ha ammontato a $0,54 per azione. Il consensus era di $0,49 per azione.

L'impresa di Austin ha beneficiato del calo dei suoi costi e della solida domanda da parte delle imprese. La domanda da parte dei consumatori e del settore pubblico statunitense si è però indebolita. I ricavi di Dell sono aumentati lo scorso trimestre dell'1% a $15,66 miliardi. Gli analisti avevano previsto $15,76 miliardi. Guardando al futuro Dell ha osservato che le condizioni di mercato sono diventate più incerte. Dell si attende ora che i suoi ricavi cresceranno durante il corrente esercizio tra l'1% e il 5%. In precedenza Dell aveva previsto una crescita tra il 5% e il 9%. Nel dopo-borsa il titolo ha perso il 7,9%.

  • shares
  • Mail