La ricetta di Montezemolo, patrimoniale e via pensioni di anzianità

Una patrimoniale permanente dello 0,5% sui patrimoni superiori ai 10 milioni e abolizione delle pensioni di anzianita'. Queste alcune delle proposte di Italia Futura, il Think Tank di Luca Cordero di Montezemolo, per una manovra alternativa a quella varata dal governo.
Una patrimoniale permanente dello 0,5% sui patrimoni superiori ai 10 milioni e abolizione delle pensioni di anzianita'. Queste alcune delle proposte di Italia Futura, il Think Tank di Luca Cordero di Montezemolo, per una manovra alternativa a quella varata dal governo.

Secondo le stime dell'Associazione Italiana Private Banking, sono 20.000 gli italiani con un patrimonio finanziario netto tra i 5 e i 10 milioni di euro e 8.000 quelli con patrimonio superiore ai 10 milioni. Il gettito dell'imposta sarebbe valutabile, in via prudenziale ad un 1 miliardo l'anno e andrebbe a sostituire ''l'odioso, perche' iniquo'' contributo di solidarietà (ovvero il prelievo sui redditi superiori ai 90.000 Euro).

Quanto alle pensioni di anzianita', nate nel 1969 in un momento di boom demografico oggi ''sono un inaccettabile onere a carico delle generazioni future''. Secondo Italia Futura i requisiti per l'anzianita' andrebbero rimodulati a partire dal 2012. Mentre per la pensioni di vecchiaia bisognerebbe portare l'eta' a 67 anni fin dal 2016. Stesso discorso per l'eta' delle donne, ''conseguenza di un modello sociale centrato sul maschio'', che andrebbe parificata a quella degli uomini ''al massimo'' nel giro di un decennio.

Peccato che l'età di pensionamento delle donne non sia il frutto del modello sociale centrato sul maschio, bensì del fatto che, attualmente, le donne fanno più di un lavoro, quello in ufficio e quello a casa.

  • shares
  • Mail