Decreto legge sul lavoro | Bonus alle imprese che assumono. Letta: "200mila posti in più".

Gli incentivi destinati a contratti a tempo indeterminato per giovani under 30, disoccupati, senza diploma superiore o che vivono da soli con almeno una persona a carico.

12.17 Arrivano le prime dichiarazioni di Enrico Letta riguardanti il decreto legge sul lavoro: "Porterà all'assunzione di 200mila giovani italiani, con intensità maggiore nel Centro-Sud, ma con un intervento che riguarda l'intero Paese. Puntiamo a dare un colpo duro alla piaga della disoccupazione giovanile".

Il decreto legge sul lavoro

Il decreto legge sul lavoro ha ricevuto il via libera del consiglio dei ministri. Decreto seguito con parecchia attenzione visto che all'interno del decreto dovrebbero esserci le misure che puntano a sbloccare la situazione lavorativa in Italia.

Le prime voci che filtrano parlano di 650 euro di incentivi mensili, per un massimo di 18 mesi, per i datori di lavori che assumono a tempo indeterminato. Incentivi destinati ai giovani tra i 18 e i 29 anni. Il totale di questi bonus arriva a 800 milioni di euro, che rappresentano il 33% della retribuzione mensile lorda complessiva.

Come si fa a usufruirne? I giovani devono essere privi di impiego regolare da almeno sei mesi o privi di un diploma di scuola media superiore o professionale o vivere soli con una o più persone a carico. Il tutto, ovviamente, ha lo scopo di "promuovere forme di occupazione stabile di giovani", anche se - visti i requisiti richiesti - resta da vedere quante persone potranno effettivamente accedere ai bonus.

Qualche speranza per chi non rientra nel profilo richiesto, però, c'è ancora: visto che questo dl viene varato "in attesa dell'adozione di ulteriori misure da realizzare anche attraverso il ricorso alle risorse della nuova programmazione comunitaria 2014-2020". Si spera nell'Europa, quindi, mentre il cdm si prepara anche a rinviare l'innalzamento dell'Iva dal 21 al 22% di almeno tre mesi.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: