Ticket sanitari, troppi esenti. Lorenzin: "sistema da cambiare"

Il ministro della Sanità Beatrice Lorenzin: "metà degli assistiti non paga il ticket sanitario perché esente e consuma l'80% delle prestazioni".

Ticket, si cambia. Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin vuole razionalizzare il sistema, renderlo più equo, così com’è appare insostenibile:

"metà degli assistiti non paga il ticket sanitario perché esente e consuma l'80% delle prestazioni".

Non c’è voglia di fare cassa, spiega ancora il ministro in un’intervista a La Stampa di Torino:

"Il sistema va cambiato tenendo conto dei carichi familiari. Non c'è volontà di fare cassa ma in alcune aree del Paese gli esenti per reddito Irpef arrivano al 70%".

Serve un vero e proprio Patto della salute in grado di riprogrammare sia la governance che la spesa sanitaria, con l'informatizzazione di ospedali e asl. Secondo Lorenzin ci sono:

"dieci miliardi che si possono recuperare. Possiamo risparmiare e ottimizzare le cure con il piano quinquennale per la deospedalizzazione e le cure domiciliari che stiamo perfezionando”.

Inoltre dovranno essere predisposte:

"risorse per gli studi medici 24 ore su 24, che non possono essere relegati al ruolo di compila-ricette".

Sui ticket sanitari, già tassa tra le più odiate dagli italiani, il ministro osserva come:

"in alcune aree del Paese gli esenti per reddito Irpef arrivano al 70%''.

C’è dunque chi paga troppo, i ticket vanno perciò spalmati in modo più equo sulle prestazioni sanitarie e il numero di chi beneficia delle esenzione ridotto. L'aggancio all'Isee potrebbe essere una via perseguibile ammette Lorenzin:

“tenendo in maggiore considerazione i carichi familiari oltre che la ricchezza effettiva. Sono tutte cose delle quali parleremo nei prossimi giorni con le Regioni e con l'Economia''.

Il ministro ha poi confermato che non ci sarà l'aumento di due miliardi dei ticket sanitari la cui entrata in vigore era stata programmata dal precedente governo a partire dall’uno gennaio del 2014.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: