Scuola, è illegittimo chiedere un contributo alle famiglie

Secondo la Ragioneria dello Stato Ã�¨ illegittima la richiesta di un contributo alle famiglie da parte delle scuoleLe ispezioni effettuate dal ministero dell’Economia nelle scuole hanno evidenziato come una delle irregolarità più diffuse sia la richiesta di contributi avanzata dagli istituti alle famiglie degli alunni.

La Ragioneria generale dello Stato precisa che è «indebito l’accollo alle famiglie degli alunni di contributi dovuti in forma obbligatoria dagli Istituti».

La Ragioneria ha raccolto l’esito delle ispezioni in un documento corredato dall’elenco delle norme non rispettate. Sul fronte delle competenze stipendiali, gli ispettori hanno rilevato casi di «omesso versamento di contributi Inps e ritenute erariali, con il successivo accollo di sanzioni e interessi di mora che hanno provocato un danno all’erario». E ancora, riguardo alle procedure di spesa, che è «indebito accollo, da parte degli Istituti, di spese di manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici, a carico, invece, dell’Amministrazione provinciale».

All’attenzione dell’attività ispettiva anche l’«erogazione ai Dirigenti scolastici di indennità accessorie per aver svolto attività di coordinamento (ad esempio attività prestata in occasione di corsi e/o seminari) contravvenendo alla norma che stabilisce la natura omnicomprensiva dello stipendio dei Dirigenti».

  • shares
  • Mail