Manovra, come cambia la pensione per le donne

Nel Consiglio dei ministri di ieri pomeriggio, il Governo ha introdotto diverse novità nella manovra di Ferragosto, anche nel settore pensionistico. In particolare, viene anticipato di ulteriori due anni l'adeguamento delle pensioni di vecchiaia delle donne nel settore privato. Nel Consiglio dei ministri di ieri pomeriggio, il Governo ha introdotto diverse novità nella manovra di Ferragosto, anche nel settore pensionistico. In particolare, viene anticipato di ulteriori due anni l'adeguamento delle pensioni di vecchiaia delle donne nel settore privato.

L'ultima modifica introdotta alla manovra prevede che l'adeguamento progressivo della pensione di vecchiaia delle donne a 65 anni scatti nel privato a partire dal 2014 fino al 2026. Con la manovra di luglio l'allineamento partiva dal 2020 (fino al 2032) e nella manovra bis di agosto si era gia' deciso di spostarlo al 2016 (fino al 2028).

In particolare l'aumento della pensione di vecchiaia da 60 a 65 anni dal 2014 al 2026 sarà così suddiviso: il primo anno è previsto un aumento di un mese, il secondo anno due mesi, il terzo anno tre mesi, il quarto anno di quattro mesi, il quinto anno cinque mesi, il sesto sei mesi e dal sesto anno in poi fino al penultimo sei mesi ogni anno. Nell'ultimo anno saranno aggiunti ulteriori 3 mesi.

Via AGI.

  • shares
  • Mail