Borsa Milano chiude piatta: pesa l’incertezza politica

Il numero uno della banca centrale Usa ha chiarito: nel breve termine non ci saranno modifiche alla politica monetaria super accomodante della Fed.

La borsa di Milano chiude sulla parità in controtendenza con i mercati europei a causa dell’attuale fase di incertezza politica, dopo che la Cassazione ha anticipato l’udienza del processo Mediaset al 30 luglio, onde evitare il rischio prescrizione per il leader del Pdl Silvio Berlusconi. Stamattina le aste di Btp a 3 e 30 e di CCTEu a 5 anni non hanno certo entusiasmato, gli investitori si sono mossi con cautela sui titoli italiani a medio e lungo periodo dopo il downgrade del nostro debito sovrano da parte di Standard e Poor's.

L'indice Ftse Mib ha chiuso piatto, zavorrato dai bancari, l'All Share è salito dello 0,07% per un controvalore di volumi scambiati pari a 1,44 miliardi.

Gli altri maggiori mercati europei, rimbalzano dopo le rassicurazioni di Bernanke sul programma di quantitative easing della Fed, e chiudono tutti in positivo: Londra dello 0, 59% Francoforte dell'1,1%, Parigi dello 0,74% e Madrid dello 0,45%. A Wall Street nel primo pomeriggio l’indice S&P 500 ha aperto sui massimi storici.

Sul secondario lo spread Btp/Bund chiude a 285 punti base, + 6 rispetto a ieri, ma dopo l’asta aveva superato i 290. Il rendimento del Btp è al 4,47%.

Borse europee aprono positive: Bernanke dà fiato ai mercati


Apertura in rialzo per gli indici azionari dei maggiori listini europei confortati dalle parole di ieri sera del governatore delle Federal Reserve, Ben Bernanke, il quale ha chiarito che nel breve termine non ci saranno modifiche alla politica monetaria super accomodante della Fed.

Così le borse asiatiche hanno chiuso la seduta di giovedì ai massimi da 4 settimane: Hong Kong +2,56%, Shanghai +3,49%, sottoperformato il Nikkei a Tokyo (+0,4%) anche se stamattina Bank of Japan ha ribadito che la sua politica monetaria ultra espansiva continuerà anche se il Giappone ha iniziato a vedere una ripresa graduale.

Piazza Affari apre in rialzo, l’indice Ftse Mib guadagna l'1,46% a 15.902 punti. Bancari sugli scudi, i migliori dopo primi i scambi sono Mediobanca (+2,51%), Bpm (+2,65%) e Intesa SanPaolo (+1,87%). La altre borse europee viaggiano tutte sopra l’1%.

Lo spread Btp/Bund apre in leggero calo a 276 punti base, dai 279 della chiusura di ieri, con rendimento del decennale italiano al 4,37%.

(in aggiornamento)

  • shares
  • Mail