Dal 2012 Comuni e Regioni aumenteranno l'addizionale Irpef

Dal 2012 Comuni e Regioni potranno aumentare le addizionali IrpefDal 2012 verrà meno la sospensione del potere, in capo ai Comuni, di deliberare aumenti dell'aliquota dell'addizionale comunale all'Irpef. La manovra di Ferragosto ha abrogato l'articolo 5 del d.lgs. 23/2011 in materia di federalismo fiscale municipale. I Comuni possono stabilire aliquote differenziate dell'addizionale solo in relazione agli scaglioni di reddito corrispondenti a quelli stabiliti dalla legge statale.

Anticipata all'anno 2012, anche per le Regioni la possibilità di di modificare l'aliquota di base dell'addizionale regionale Irpef. Le norme rimodulano anche le misure degli incrementi alle aliquote di base che possono essere apportati, nel tempo, dalle Regioni. L'incremento all'aliquota di base dello 0,5% non può essere superiore: allo 0,5 per cento, per gli anni 2012 e 2013 (anziché per il solo 2013); all'1,1 per cento, per l'anno 2014; al 2,1 per cento, a decorrere dall'anno 2015.

Via Fiscooggi.

  • shares
  • Mail