Piazza Affari chiude in rialzo dell'1,08%. Mediaset sugli scudi

Lo spread Btp/Bund apre in rialzo a 298 punti dai 294 della chiusura di venerdì con rendimento del titolo del Tesoro al 4,52%.

Torna il sereno a Piazza Affari che insieme alle altre maggiori piazze finanziarie europee sembra dimenticare le tensioni politiche nei paesi periferici dell’area euro chiudendo in positivo la prima seduta della settimana.

La spinta degli ultimi dati macro in arrivo dalla Cina oltretutto fa sperare in un'accelerazione delle riforme: i listini europei ringraziano e archiviano gli scambi con rialzi compresi tra lo 0,2% di Francoforte e l'1,08% di Milano. Londra sale dello 0,5% circa e Parigi pure, con la borsa francese che dimostra di aver già assorbito il downgrade del debito sovrano transalpino da parte di Fitch.

Alla borsa meneghina bancari in ripresa, mentre brilla Mediaset, che vola fino a sfiorare il 7% con volumi intorno al triplo della media dell'ultimo mese: è successo che Ubs ha confermato il giudizio buy mentre la stampa parla di nuove possibili operazioni straordinarie nel settore pay-tv.

Lo spread tra il Btp e il Bund tedesco ha chiuso in leggero calo e sotto i 290, a 289 punti base, con rendimento del Btp al 4,47%.

Borsa Milano apre in rialzo | Piazza Affari +0,5%

Piazza Affari e le altre maggiori borse d'Europa aprono positive a traino dei dati macro sul Pil cinese del secondo trimestre (+7,5%) in linea con le previsioni degli analisti.

In avvio di seduta l’indice Ftse Mib guadagna lo 0,5% mentre l’All Share sale dello 0,45%. Ancora in affanno le banche penalizzate dall'allargamento dello spread, denaro su Mediaset, Fiat e Ansaldo.

Sul mercato secondario il differenziale Btp/Bund a 10anni apre in rialzo a 298 punti base, dai 294 della chiusura di venerdì, con rendimento del titolo del Tesoro al 4,52%. Il differenziale Bonos spagnoli/Bund viaggia sui 328 punti base per un tasso del decennale iberico al 4,48% .

(in aggiornamento)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail