Aumenti benzina, Zanonato ai petrolieri: "Basta rincari in estate"

Il ministro dello Sviluppo economico vuole scongiurare l'aumento del carburante nella stagione in cui se ne consuma di più.

Siamo nel periodo caldo dell'estate per quanto riguarda il consumo di carburante, perché già da qualche giorno (e ancor più nel prossimo mese) gli italiani (o comunque chi di loro può…) vanno in vacanza e in molti lo fanno in automobile. Rischia di pesare più del solito il prezzo di benzina e gasolio che, ormai è appurato, in Italia è il più caro d'Europa, fatta eccezione per l'Olanda.

Il ministro dello Sviluppo economico Flavio Zanonato, durante l'inaugurazione di un cantiere a Piossasco da dove partirà la linea elettrica di Terna che collegherà l'Italia e la Francia, ha detto di aver già predisposto un richiamo ai petrolieri ai quali chiede di tenere conto della particolare situazione che l'Italia sta vivendo, in modo da scongiurare ulteriori aumenti del prezzo del carburante proprio nel periodo in cui viene consumato di più.
Ma intanto il monitoraggio di Quotidiano Energia ha evidenziato che l'aumento del prezzo della benzina c'è stato durante il fine settimana e oggi stesso ci sono stati altri ritocchi.

E non dimentichiamo che questa settimana, da domani sera, le 22 del16 luglio, fino alle 6 del 19 luglio, è previsto lo sciopero dei distributori di carburante sulle autostrade. L'Autorità Garante per gli scioperi ha convocato Eni, Shell, Api, Q8, Esso, TotalErg e Tamoil più il concessionario Austrade a un incontro con mercoledì pomeriggio, 17 luglio, per riavviare la trattativa con i sindacati dei benzinai. L'intendo non è dunque quello di evitare lo sciopero, che inizia prima ed è stato proclamato conformemente alla legge, ma semplicemente quello di trovare nuovi margini per aprire di nuovo il dialogo tra le parti.
Intanto i gestori hanno chiesto al governo di intervenire per costringere le compagnie petrolifere e i concessionari a rispettare le leggi e gli accordi presi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail