L’attività manifatturiera cresce a luglio dopo due anni

Crisi e segnali di ripresa economica: l'attività del settore manifatturiero italiano torna a crescere a luglio 2013 secondo l'indice Markit/ADACI

Qualche segnale di una timida ripresa dell’economia italiana, dopo la recessione più duratura dal secondo dopoguerra in poi, comincia a manifestarsi in questo secondo semestre dell’anno. L'attività del settore manifatturiero cresce a luglio 2013 per la prima volta da due anni a questa parte beneficiando della risalita della produzione e dei nuovi ordini.

Lo segnala l'indice Pmi elaborato da Markit sulla base di un'indagine congiunturale tra i direttori acquisto di categoria.

A luglio l'indice Markit/ADACI è salito a 50,4 da 49,1 di giugno, contro le attese che lo vedevano fermo al 49,8. L’indice si riporta così sopra 50 punti, soglia spartiacque tra crescita e contrazione. Non accadeva da luglio 2011.

A sostenere la salita dell’indice i nuovi ordini provenienti dall'estero e gli introiti degli ordini inizialmente rinviati. I livelli di produzione crescono per il secondo mese consecutivo e il sotto indice dell'output è ai massimi da oltre due anni. Di contro il livello dell'occupazione continua a calare, anche se meno intensamente da febbraio 2012.

Il settore manifatturiero italiano che da solo vale il 19% del Prodotto interno lordo del Paese intravede quindi per primo discreti segnali di ripresa. Il governo ha previsto un ritorno alla crescita economica a fine del 2013, anno che comunque si chiuderà con una flessione tendenziale del Pil del 2%, secondo Bankitalia.

A inizio settimana l'indice Istat che misura la fiducia delle imprese del settore manifatturiero aveva mostrato a luglio una risalita ai massimi dal novembre 2011. A maggio inoltre l’Istituto nazionale di statistica aveva registrato il ritorno alla crescita della produzione industriale, anche se solo dello 0,1%, su base mensile.

Confindustria per luglio prevede invece aumento dello 0,2% della produzione, dopo il +0,4% di giugno, ritenendo probabile un cambio di rotta nella dinamica dell'attività industriale prima della fine dell’estate.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail