Benzina e diesel: prezzi fermi alla vigilia dell’esodo di agosto

Altra cosa per il Gpl, rincarato a seguito delle ultime decisioni sui prezzi raccomandati.

Tregua all'aumento dei prezzi dei carburanti sulla rete di distribuzione nazionale alla vigilia del grande esodo agostano. La calma che regna sui mercati internazionali al massimo contemplerà leggeri movimenti sui prezzi raccomandati indotti dalle politiche di pricing a livello locale, ma in questo weekend che si prevede all’insegna delle partenze per chi va in vacanza rimarranno praticamente fermi anche i prezzi praticati per benzina e diesel.

Altra storia per il gpl rincarato a seguito delle ultime decisioni sui prezzi raccomandati. Secondo la rilevazione di Quotidiano Energia le medie nazionali della benzina e del gasolio si attestano oggi, rispettivamente, a 1,841 e 1,742 euro al litro, con il gpl a 0,804 euro. Le punte di prezzo in alcune aree arrivano per la verde fino a 1,879 euro al litro, per il diesel a 1,761 euro al litro e per gpl a 0,829.

In dettaglio a livello Paese, considerando sempre la modalità servito, secondo il servizio Check-up Prezzi di QE, rappresentativo della situazione nazionale, il prezzo medio praticato della benzina oscilla oggi tra l'1,822 euro al litro di Eni e l'1,841 di Tamoil, con le no-logo a 1,703 euro/litro.

Sul gasolio si passa dall'1,724 euro al litro sempre del market leader Eni all'1,742 di Tamoil; no-logo a 1,601 euro al litro. Il gpl va da 0,783 euro al litro di Shell a 0,804 euro al litro di Tamoil, con i distributori no-logo a 0,742 euro per litro.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail