Piazza Affari maglia rosa in Europa. Ftse Mib +0,93%

Lo spread Btp/Bund chiude in leggero rialzo, a 256,7 punti base.


Le borse europee chiudono contrastate una seduta incerta per via dei prossimi passi delle banche centrali senza dimenticare che il volume degli degli scambi è influenzato dal periodo di vacanze estivo.

Piazza Affari è maglia rosa sui listini continentali, a traino delle banche, specie le popolari, e di Telecom (+4,42%) che dopo le recenti perdite oggi rimbalza sulla prospettiva, ritenuta però poco praticabile dall’Associazione Azionisti Telecom Italia (ASATI), di un aumento di capitale riservato per un nuovo socio.

L’indice principale Ftse Mib guadagna lo 0,93% senza schiodarsi dai 16.500-16.900 punti (a 16.838 punti) come da inizio mese. La borsa di Londra chiude in calo dell‘1,4%, Francoforte perde lo 0,48%, Parigi sale 0,15% e Madrid dello 0,52%.

Il dato sulla produzione industriale tedesca, aumentata a giugno del 2,4%, ben oltre le attese, non ha l’effetto domino che ci si poteva aspettare. Gli investitori sembrano più preoccupati dalla prospettiva di una interruzione del fiume di liquidità immesso mensilmente dalla Fed sui mercati, con il suo programma di alleggerimento quantitativo.

Eric Chaney, del team research & investment strategy di Axa Investment Managers in un report sostiene che:


"da quando gli investitori si sono resi conto che la terza fase di allentamento quantitativo potrebbe chiudersi, i mercati hanno subìto una correzione, convergendo dall'equilibrio basato sulla liquidità all’equilibrio basato sui fondamentali. La maggior parte dei mercati oscilla in questo momento tra questi due punti di equilibrio".

I mercati dovranno assorbire il cambio in corsa delle politiche monetarie:

"le prospettive ci sembrano ancora costruttive per i mercati europei, in uno scenario in cui l'economia statunitense accelera abbastanza da giustificare la chiusura del QE".

Sul secondario italiano lo spread Btp/Bund tedeschi a 10 anni ha chiuso in live rialzo, a 256,7 punti base (dai 225,34 di ieri) con rendimento del decennale del Tesoro al 4,25%.

Borse europee e asiatiche in rosso su timori Fed e BoJ

Piazza Affari apre negativa in linea con le altre maggiori borse europee sui timori di uno stop al programma di acquisto di bond da parte della Federal Reserve. Alla borsa di Milano l’indice Ftse Mib apre in calo dello 0,4%, Il Ftse All Share lo 0,59%. Il presidente della Fed di Atlanta a detto che la banca centrale americana potrebbe iniziare a ridurre liquidità immessa sui mercati già a settembre, a meno che la ripresa economica prevista per il secondo semestre dell’anno stentasse a decollare.

E chiudono la seduta odierna in rosso anche i listini asiatici: Tokyo che cede il 4%, Seul l’1,5%, Taiwan pure, Hong Kong lo 0,9%. Lo yen torna a rafforzarsi dopo che Bank of Japan (BoJ) ha fatto sapere che nell'immediato non saranno aumentate le misure di stimolo all'economia.

Il differenziale Btp/Bund apre a 257 punti base, dai 255 punti della chiusura di ieri, con rendimento del Btp fermo al 4,26%.

(in aggiornamento)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail