Atene riceverà altri aiuti entro il 2014, lo rivela la Bundesbank

Il quotidiano tedesco Der Spiegel pubblica alcune indiscrezioni provenienti dalla Bundesbank che riportano un nuovo pacchetto di aiuti già pronto per Atene e citando "considerevoli incertezze" sulla capacità di Atene ad avviare le riforme promesse

Secondo alcune indiscrezioni provenienti da documenti interni alla Bundesbank, pubblicate dal quotidiano tedesco Der Spiegel, entro i primi mesi del 2014 la Grecia necessiterà di un nuovo pacchetto di aiuti: dati quasi per certi dalla banca centrale tedesca, gli aiuti arriveranno ad Atene dopo le elezioni per l'elezione del nuovo cancelliere tedesco.

Nonostante la Bundesbank si sia affrettata a negare, scrive lo stesso Der Spiegel, il silenzio assordante del capo del governo federale mostrerebbe una cautela pre-elettorale necessaria ad un buon andamento delle elezioni tedesche e, sopratutto, ad una buona pratica per l'ennesimo pacchetto di aiuti miliardario bell'e pronto per Atene.

Secondo gli esperti citati dal quotidiano il nuovo pacchetto di aiuti si sarebbe reso necessario a causa di una congenita incapacità greca di produrre le riforme promesse due anni fa, quando il paese era (lo è tutt'oggi) sull'orlo del fallimento e l'Euro rischiava di colare a picco assieme al Partenone: la performance riformista di Atene sin d'oggi è definita "appena sufficiente" e, anche a causa delle incognite sul futuro, il pacchetto di aiuti appena erogato ad Atene è considerato "ad alto rischio".

Il rapporto citato dal quotidiano tedesco, redatto dalla Banca centrale tedesca e dal Fondo Monetario Internazionale, definisce inoltre "politicamente motivati" i 5,8 miliardi di euro approvati ed erogati dalla troika lo scorso mese di luglio. Ad oggi il totale degli aiuti garantito ad Atene è arrivato alla cifra incredibile di 200 miliardi di euro, un mucchio di denaro che non ha condotto verso spiagge più sicure la crisi recessiva ellenica.

Dopo sei anni di recessione l'Ue si attenderebbe un primo segnale di crescita nel 2014, uno scarno 0,6%; tuttavia i dati della disoccupazione del maggio scorso, che mostrano come il 27,6% dei greci siano disoccupati, non fanno ben sperare (sopratutto se rapportato con quel 12,1% di media europea).

Via | Der Spiegel
Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail