Taxi, la via romana

de niro taxi driver Alla fine l’accordo è arrivato: l’annuncio lo trovate sul sito del Comune di Roma, e, a conti fatti, dovrebbe garantire un certo miglioramento del servizio nella capitale.

Soddisfatti Veltroni, che ha parlato di "accordo storico", e probabilmente anche la maggior parte dei tassisti, come trapela dalla principale associazione dei taxisti romani, la 3570.

L'accordo, che dovrebbe consentire di immettere il 40% di taxi in più sulle strade, durerà 6 mesi., al termine delle quali le parti si incontreranno di nuovo per un bilancio dell'iniziativa.

Questi in sostanza i “numeri” dell’accordo:

- 2500 taxi in più ogni giorno, così distribuiti nell’arco della giornata: 1000 la mattina, 1000 il pomeriggio, 500 dalle 21 alle 2 di notte. A questi si aggiungono le 450 licenze già concesse.

- L’orario di lavoro aumenta di mezz’ora, passando alle normali 8 euro di servizio.

- Nei turni aggiuntivi alla guida dei taxi potranno esserci collaboratori familiari, i dipendenti oppure gli stessi titolari

- si prevedono anche delle tariffe fisse, in vigore dal 1 ottobre: 30 euro per il tragitto Ciampino - centro città, 40 da Fiumicino.

Almeno a Roma, dovremmo esserci quindi lasciati alle spalle le polemiche che hanno arroventato l’estate.

A parte Milano, dove la Moratti a suo tempo aveva annunciato di voler “collaborare” con i taxisti per fare a meno del decreto Bersani, come del resto permette il decreto stesso, non si registrano notizie dalle altre città in merito alla questione.

  • shares
  • Mail