Mutui, basso il valore delle erogazione. Meglio il tasso fisso

Mutui, basso il valore delle erogazione. Meglio il tasso fissoSecondo l'Ufficio Studi di Mutui.it tra aprile e settembre 2011 il valore medio delle erogazioni di mutuo si è ridotto del 20%.

La percentuale sale fino al 24% se isoliamo le sole richieste di mutuo per l'acquisto della prima casa. Quanto alla percentuale finanziata, se ad aprile 2011 le banche arrivavano a finanziare il 56% del valore dell'immobile, a settembre si fermano al 44%. In altre parole: se ad aprile il mutuo medio erogato era di 140mila euro, a settembre è sceso a 110mila euro.

In questo scenario, il mutuo a tasso fisso è sempre più richiesto nonostante i finanziamenti a tasso variabile restano sicuramente i più convenienti nel breve periodo: da aprile a settembre 2011 il centro studi ha registrato un aumento del 9,34% delle richieste di mutui a tasso fisso. Il netto incremento è bilanciato dal calo delle richieste di tasso variabile (-4,03%) e di tasso variabile con cap (-4,95%).

Via Mutui.

  • shares
  • Mail