Camusso, licenziamenti? Filosofia opposta a quella che serve

Camusso, licenziamenti? Filosofia opposta a quella che serve ''Una filosofia sbagliata in una stagione in cui il nostro grande problema e' la disoccupazione, costruire percorsi di ingresso per i giovani e per le donne, e invece si da' il messaggio che bisogna licenziare e questo credo sia esattamente l'opposto di quello che serve al paese''.

Lo afferma il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso intervenendo sulla questione dei licenziamenti contenuta nella lettera del Governo inviata alla Ue.

Parlare di cose da fare ''in nome dell'Europa'' secondo Camusso dimostra che ''abbiamo un governo incapace di agire, di decidere e che deve solo prendere ordini''. Dall'altro lato, ''lo si usa come un alibi perche' vorrei vedere qual e' il paese europeo nel quale si e' scelto in questo periodo di fare operazioni di questo tipo''. Quella lettera, conclude, ''e' la somma di dichiarazioni che abbiamo gia' sentito, non c'e' nulla che riguarda la crescita, nessuna risposta positiva per il paese. Ci si gloria di quel che si e' fatto, forse bisognerebbe evitarlo visto che siamo sorvegliati speciali''.

Via Cgil.

  • shares
  • Mail