Auto: costi raddoppiati in 20 anni. Carburanti e RC auto +200%

I dati del Conto nazionale delle infrastrutture e trasporti 2011-12 del Ministero: in venti anni la spesa complessiva per mantenere un'automobile è aumentata del 138%, arrivando al livello più alto di sempre.

Auto, quanto mi costi. Negli ultimi 21 anni, dal 1990 in poi, la spesa per l’automobile è più che raddoppiata soprattutto per l’aumento dei costi dei carburanti e delle tariffe delle assicurazioni, che dopo la liberalizzazione sono cresciute invece di calare.

Dal Conto nazionale delle infrastrutture e trasporti 2011-12 del Ministero emerge che nel 2011 la spesa complessiva per mantenere un'auto (spese d'esercizio e manutenzione ordinaria), è arrivata a 112,474 miliardi di euro, dai 47,283 miliardi del 1990, il 138% in più. Il 46% è stato speso per il rifornimento di carburante, per un totale di 47 miliardi, ovvero il 208% in più rispetto a quanto speso nel 1990.

Le altre note dolenti per gli automobilisti italiani arrivano dai prezzi Rc auto, che rappresentano il 16% delle spese totali - con un balzo del 217% rispetto a 20 anni fa - e dai pedaggi autostradali, che sono invece aumentati del 221% nello stesso arco di tempo preso in esame.

Senza dimenticare le spese relative alle riparazioni, alla manutenzione di pneumatici e quelle per i lubrificanti, che sono il 15% del totale. L'unica voce di spesa che fa segnare una flessione negli ultimi 20 anni è proprio quella relativa ai lubrificanti: nel 2011 sono costati 1,241 miliardi, il 16% in meno rispetto al 1990.

Il costo di mantenimento delle auto nel 2011 ha così raggiunto il livello più alto di sempre, oltre i 104,501 miliardi di euro toccati nel 2008 quando la benzina costava 1,5 euro pesando per il 41% sulla spesa complessiva.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail