Scuola: 11.200 immissioni in ruolo di docenti nel 2013-2014

La Gilda degli Insegnanti dopo l'incontro al Miur: "una goccia nell'oceano del precariato".

Pronte le nuove immissioni in ruolo nella scuola pubblica. Nel pomeriggio di ieri presso il Ministero dell'Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur) i sindacati di categoria hanno incontrato il capo del Dipartimento istruzione Luciano Chiappetta che ha esposto i criteri di ripartizione territoriale sulle immissioni in ruolo e concordato le modalità operative per fare entrare in servizio 11.200 nuovi docenti nell'anno scolastico 2013-2014.

Toccherà agli uffici territoriali competenti completare nei prossimi giorni le procedure amministrative di immissione in modo da garantire il corretto avvio delle lezioni in tutte le scuole.

Dura la reazione del coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti Rino Di Meglio, che commenta:

Le poco più di 11mila immissioni in ruolo stabilite dal ministro Carrozza rappresentano una goccia nell'oceano del precariato e sono del tutto inadeguate alle circa 30mila cattedre vacanti. Il precariato nella scuola in Italia è una piaga che va sanata definitivamente. La Comunità Europea sta pressando perché il Governo intervenga in materia. Ci sembra, invece, che il ministro dell'Istruzione abbia preso la questione un po' sotto gamba

Secondo Di Meglio il Miur rischia seriamente una condanna da parte della Corte di giustizia europea.

© Foto TM News

  • shares
  • Mail