Mercati in chiusura, ecco la situazione

Mercati in chiusura, ecco la  situazione
A un'ora e mezzo dall'apertura delle contrattazioni Wall Street riduce le forti perdite delle prime battute mentre si cerca di capire se la Grecia andrà davvero avanti nel progetto di referendum popolare sugli accordi con Ue e Fmi. Il Dow Jones perde l'1,76%, 210,62 punti, a quota 11.744,39; il Nasdaq cede l'1,98%, 53,15 punti, a quota 2.631,35; e lo S&P 500 arretra del 2,02%, 25,27 punti, a quota 1.228,03.

Per la prima volta nel corso della giornata le Borse europee e con loro Piazza Affari hanno tentato di fermare la progressione delle vendite: a circa un'ora e mezza dalla chiusura l'indice Ftse Mib segna una perdita del 6,08%, l'Ftse All Share un ribasso del 5,56%.

Tra i titoli principali sono sempre le banche a trascinare al ribasso i listini: Intesa SanPaolo rientrata alle contrattazioni e segna un calo del 13,25%, seguita da Unicredit, che cede il 9,55%, dal Monte dei Paschi di Siena (-7,27%) e dalla Banca popolare di Milano (-6,71%).

Male anche Fiat, che perde il 6,82%, e Fondiaria Sai, in asta di volatilità al ribasso, cosi' come la controllante Premafin, che però poco prima segnava un leggero rialzo.

Via Repubblica.

  • shares
  • Mail