Nel 2012 calo prestiti alle imprese, stabili per le famiglie

Nel 2012 calo prestiti alle imprese, stabili per le famiglie''Le difficoltà che il sistema bancario italiano si trova oggi a fronteggiare hanno origine al di fuori di esso. L'esposizione verso i paesi oggetto di programmi di sostegno finanziario e' molto bassa sia sul mercato dei titoli, sia su quello dei credit default swap. E' significativo, come in altri sistemi bancari, il peso delle attivita' nei confronti dell'emittente sovrano nazionale. Anche per questo motivo, i premi sui CDS delle banche hanno seguito la tendenza crescente rilevata per lo Stato italiano''.

E' quanto afferma il Rapporto sulla Stabilità Finanziaria diffuso oggi dalla Banca d'Italia, le cui stime ''ipotizzano una graduale trasmissione dei recenti rialzi dei rendimenti sui titoli pubblici ai tassi bancari''. Questo fa pensare che ''la dinamica del credito alle imprese, attualmente sostenuta, fletterebbe leggermente nel 2012''. Al contrario, secondo il Rapporto, ''quella dei prestiti alle famiglie rimarrebbe inalterata''.

Il credito potrebbe rallentare in misura piu' decisa - si legge ancora - qualora le difficoltà di accesso ai mercati all'ingrosso da parte delle banche dovessero persistere.

Via Helpconsumatori.

  • shares
  • Mail