Emendamento manovra: rivalutazione pensioni fino a 1400 € e sgravi IMU per i figli


Il governo ha presentato il suo emendamento alla manovra contenente alcune novità che riguardano le rivalutazioni automatiche delle pensioni e la famigerata IMU, la nuova ICI. Risolto il giallo sul presunto nuovo bollo per i conti corrente (che in realtà ha preso la forma di uno sgravio per quei depositi con giacenze medie inferiori ai 5000 euro annui) il governo ha modificato alcuni dettagli che riguardano alcuni dei provvedimenti più impopolari contenuti nella manovra correttiva.

Innanzitutto le rivalutazioni delle pensioni. Per l'anno 2012 viene garantito l'adeguamento automatico all'inflazione per tutti i trattamenti pensionistici pari a 3 volte il minimo, quindi la soglia sale fino a 1400 euro mentre nel 2013 questo aumento verrà applicato soltanto per le pensioni fino a 935 euro. Originariamente il testo prevedeva il blocco della rivalutazione per le pensioni sopra i 935 euro per il biennio 2012-2013.

Anche l'impatto dell'IMU, l'imposta sugli immobili, viene ridotto. La detrazione di 200 euro prevista per la prima casa subirà un aumento di 50 euro per ogni figlio residente nello stesso immobile under 26. In questo modo la massima detrazione di cui si potrà godere sale fino a 400 euro rendendo le famiglie con una sola casa con figli, presumibilmente, a carico immune dalla tassazione prevista dall'IMU.

  • shares
  • Mail