Roma: Maxiconcorso per il Comune


Il posto fisso sarà pure monotono, come sostiene il presidente del consiglio Mario Monti, ma piace ancora parecchio agli italiani, almeno guardando alle cifre delle domande pervenute per il maxiconcorso organizzato dal Comune di Roma per assumere 1995 persone (con 22 differenti figure professionali) e che dopo due anni di rinvii e ritardi partirà il 21 febbraio prossimo con le prime prove di selezione.

Sono ben 300 mila le persone che hanno fatto richiesta per partecipare, un numero imponente che rende l'operazione di selezione problematica e costosa. Il concorso è evidentemente afflitto da gigantismo e ha inevitabilmente provocato una serie di strascichi polemici già nella fase della sua prima organizzazione.

A due anni dall'emissione del bando, nonostante il ricorso al Tar della società Selexi che ha contestato la procedura di assegnazione della gara per l'organizzazione del concorso, l'assessore al personale del comune di Roma, Enrico Cavallari, ha promesso che non ci saranno altri rinvii e che martedì prossimo gli aspiranti dipendenti potranno iniziare la lunga trafila che porterà (pochi) di loro a firmare un agognato contratto a tempo indeterminato. Questione di pochi anni, ma per un lavoro sicuro in tempi di crisi si fa questo ed altro.

  • shares
  • Mail