La benzina spinge in alto il prezzo degli alimentari


Nel sostanziale silenzio dei media, almeno quelli mainstream, continua la salita del prezzo dei carburanti. Più che a sorprendere i continui record assoluti bruciati quotidianamente (weekend compresi) è impressionante non riuscire mai a registrare un calo delle quotazioni, a prescindere dall'andamento del prezzo del greggio sul mercato internazionale. La persistente crescita sta determinando effetti drammatici anche sui prezzi degli alimentari, molto influenzati per ovvie ragioni sia nella fase di produzione che in quella di trasporto.

Fino allo scorso anno, prima del decreto Salva Italia, il prezzo della benzina nel nostro paese rimaneva in media con quelli praticati da altri partner europei, ma ora la nostra benzina e il nostro diesel costano il 12% in più della media continentale e questo pesa nei meccanismi di formazione dei prezzi anche di altri beni.

A questo proposito a lanciare l'allarme è ancora una volta la Cia che ha fatto i conti di quanto le spese per trasporti dei prodotti alimentari pesi nel bilancio annuale delle famiglie. Secondo la Confederazione italiana agricoltori si tratta di 470 euro mensili, comprendendo anche le spese per energia, un budget che ha superato per la prova volta la spesa per cibo e bevande ferma a 467 euro.

Ora il rischio è quello di un ulteriore indebolimento della spesa per gli alimentari proprio a causa degli ennesimi aumenti del carburante. Tanto più che proprio il costo del trasporto incide sul prezzo finale dei prodotti agroalimentari per il 35-40 per cento. Con la benzina ormai sopra 1,80 euro al litro e il gasolio oltre 1,70 euro l'aggravio di spesa sull'anno e' di quasi 450 euro soltanto per i costi diretti. Mentre le ricadute sui prezzi dei prodotti alimentari superano già i 200 euro annui. Vuol dire una vera e propria stangata sui consumi per la tavola delle famiglie, che già sono ridotti al lumicino con un calo del 2 per cento nel 2011.

L'impressione è che il 2012 sarà un anno più complicato di quanto avremmo potuto prevedere.

  • shares
  • Mail