IMU: il 16 giugno la prima rata


L'imposta municipale sugli immobili, la famigerata IMU, è in arrivo. La prima rata della tassa che ha sostituito la vecchia ICI sta per arrivare. I proprietari di immobili dovranno pagare la prima tranche entro il 16 giugno, fra poco più di tre mesi, ma la vera stangata arriverà soltanto a dicembre quando il pagamento della seconda rata sarà modulato sulla base delle aliquote stabilite dal municipio nel quale l'immobile risiede fiscalmente.

A giugno infatti i proprietari pagheranno l'imposta calcolata sull'aliquota minima del 4 per mille, tranne rarissime eccezioni, il peso delle scelte dei singoli comuni si sentirà soltanto a partire da dicembre. Come noto le aliquote sulla prima casa possono oscillare fra il 4 per mille e il 7 per mille (e dopo il meccanismo di automatica rivalutazione catastale dell'immobile) mentre sulle seconde case si potrà arrivare fino al 10,7 per mille.

La maggior parte delle grandi città italiane non ha ancora sciolto la riserva, anche se ci sono alcune "indicazioni" su quale pare essere l'orientamento dei sindaci. A Roma e a Torino, due città molto indebitate, è probabile che arrivi un aumento anche dell'aliquota sulla prima casa dal 4 al 5 per mille mentre gli altri comuni principali sembrano piuttosto orientati a penalizzare le seconde case ed in particolare quelle lasciate sfitte dai proprietari. Qualche esempio? A Firenze le seconde case lasciate vuote pagheranno con tutta probabilità il 10,6 per mille mentre le seconde case occupate da un inquilino dovrebbero pagare il 9,6. A Milano, invece, gli immobili messi in affitto con canone calmierato potrebbero essere agevolati con un'aliquota non troppo lontana rispetto al 4 per mille previsto per le prime case. Ad ogni modo i proprietari temono il "regalo di Natale" in arrivo che arriverà subito dopo l'aumento dell'Iva al 23% previsto ad ottobre.

Foto | © TM News

  • shares
  • Mail