Borse: Europa in calo dopo i dati macro Ue | Milano contiene le perdite

Lo spread Btp/Bund tedeschi chiude in rialzo in area 258 punti base.

Le principali borse europee chiudono sulla parità o in leggero calo, tranne Madrid (+0,55%) in una giornata condizionata dai dati sulla produzione industriale dell'eurozona (in calo a luglio dell'1,5% sul mese precedente) quindi sui timori di una piena ripresa dell’economia del Vecchio continente.

Milano non fa eccezione: l'indice Ftse Mib ha chiuso in perdita dello 0,23%, l'AllShare dello 0,17% per un totale di volumi scambiati pari a circa 2,53 miliardi di controvalore.

Le migliori del Ftse Mib sono Finmeccanica (dopo la promozione di Kepler a hold con target price a 4,7 euro da 3,7) che guadagna il 2,6%, e Stm che cresce del 5,87%: Goldman Sachs ha confermato il rating buy ed ha alzato il target price del titolo da 8,5 euro a 9,5 euro.

Sul secondario dopo le aste dei Btp di stamattina, che hanno fatto registrare tassi in rialzo, lo spread Btp/Bund a 10 anni ha chiuso in salita a 258 punti base, con tasso sul decennale italiano al 4,52%. Il differenziale Bonos spagnoli/Bund termina a 253 punti con rendimento del decennale iberico al 4,48%. E la forbice Roma-Madrid si allarga.


Piazza Affari debole in avvio in attesa asta BTP e dati macro


Piazza Affari

apre incerta ma dopo i primi scambi riesce a salire dello 0,2% con l’indice principale Ftse Mib a 17.597 punti.

Tra le banche denaro specialmente su Popolare Milano (+2,33%); acquisti sostenuti anche su Finmeccanica (+2,37%) che beneficia delle raccomandazioni degli analisti.

Il resto dei maggiori mercati europei apre debole, nell’attesa dei dati macro Ue che saranno diffusi oggi (sulla produzione industriale) e del meeting della prossima settimana della Banca centrale Usa da cui si attendono indicazioni sul tapering, cioè sul ridimensionamento del programma di stimolo all’economia Usa, ormai in ripresa.

In Asia seduta odirena contrastata: la borsa di Tokyo ha perso lo 0,26%, Seul ha chiuso sulla parità mentre Hong Kong e Shanghai sono positive. A preoccupare sono l'aumento dei disoccupati in Australia e i timori sulla piena ripresa in Cina.

Sul secondario lo spread tra Btp e Bund tedeschi decennali apre a 255 punti, dai 254 punti di ieri, con rendimento del Btp al 4,51%. Il differenziale Bonos/Bund equivalenti, ancora sulla piattaforma Tradeweb, si attesta a 251 punti base, per un tasso del Bonos al 4,47%. E oggi il Tesoro mette in asta titoli di medio lungo termine per 7,5 miliardi: il nuovo Btp benchmark a 3 anni, il nuovo Btp novembre 2016, oltre alla riapertura del Btp a 15 anni e di due Ccteu, sulle scadenze aprile e novembre del 2018.

La domanda interna dovrebbe essere in grado di sostenere il positivo esito delle aste di oggi secondo gli analisti e ciò nonostante l’incertezza del quadro politico italiano.

(in aggiornamento)

  • shares
  • Mail