Quanto costa un neonato nel primo anno di vita?


Il tasso di natalità del nostro paese parla da solo: in Italia non si fanno più figli. La ragione è certamente legata anche al cambiamento dei costumi delle giovani coppie del nostro paese, ma nella scelta di non affrontare l'impegno rappresentato da un neonato vi è certamente il fattore economico, specialmente in questo periodo di crisi che vede la disoccupazione giovanile letteralmente esplosa e la precarizzazione del lavoro ai suoi massimi con retribuzioni ridicole che spesso non garantiscono la sussistenza nemmeno personale.

La conferma di quanto sia "un lusso" decidere di avere un figlio arriva da uno studio dell'Osservatorio Nazionale della Federconsumatori che si è preso la briga di calcolare la cifra necessaria per mantenere un neonato soltanto nel primo anno di vita. Bene, la forbice ottenuta va da 6.439 euro ad un massimo di 13.844 euro con un aumento, rispetto all’2010, del 4% sulla cifra minima e del 3% su quella massima.

Nel dettaglio le spese per il latte e per le pappe vanno da un minimo di 1.530 euro a un massimo di 3.340 euro, per pannolini vanno da 635 a 1.015 euro all’anno, per i vestitini e calzature servono dai 969 ai 2.528 euro, ma queste sono soltanto le voci principali perché le esigenze di un bebè sono veramente infinite e tutte particolarmente costose. Preoccupano, guardando alla salute del piccolo, le spese necessarie per pediatri e visite mediche in genere per le quali, secondo la Federconsumatori, si può arrivare a spendere da 755 a 1.770 euro, il tutto senza dimenticare i farmaci per i quali sono necessari dai 405 e i 776 euro.

In quanti (soprattutto fra i giovani) possono permettersi di spendere queste cifre in un momento del genere?

Foto | © TM News

  • shares
  • Mail