Il 40% delle famiglie in difficoltà, secondo il Codacons


La crisi economica è ormai confermata da tutti i numeri. Ultimi in ordine di tempo i dati Istat che fotografano un sostanziale impoverimento del paese con il potere d'acquisto in calo del 5% dal 2008. Un tracollo considerando il fatto che si sta parlando di dati ufficiali solitamente più prudenti delle stime effettuate dagli ufficio studio delle associazioni dei consumatori. Proprio a tal proposito il Codacons è intervenuto sottolineando come la situazione sia ormai completamente fuori controllo:

Con lo scoppio della crisi il Governo italiano si è preoccupato solo di salvare le banche e di azzerare il deficit, seguendo pedissequamente i dettami europei, ma non di aiutare le famiglie in difficoltà, salvaguardando la capacita' di spesa degli italiani, le retribuzioni reali e quindi i consumi.

Le richieste al governo sono esplicite per frenare una situazione che vede ormai oltre il 40% delle famiglie italiane alle prese con difficoltà economiche. Per il Codacons è sempre più urgente un "dl anti povertà" che inizi a preoccuparsi di come stanno le famiglie invece di inseguire l'obiettivo di contenere l'indebitamento che rischia di prendere il volo a prescindere se la recessione non verrà arrestata immediatamente. Agire ora è "l'unica via per avere un Pil in crescita almeno nel 2013, altrimenti, come dimostrano le previsioni di oggi dell'Ocse, con un Pil a -0,4% nel 2013 salterà anche l'azzeramento del deficit".

  • shares
  • Mail