Telecom: il presidente Bernabè si è dimesso

Il consiglio di amministrazione è ancora in corso, il suo posto verrà preso dal vice Aldo Minucci.

Manca ancora l'ufficialità, ma ormai la cosa è data per certa: Franco Bernabé ha rassegnato le dimissioni dalla carica di presidente esecutivo di Telecom. Il cda ha già rilasciato le parole di rito ("esprimiamo i più vivi ringraziamenti a Franco Bernabè per il grande impegno e l'elevato apporto manageriale profuso in questi anni alla guida della Società") quindi è certo che non si tornerà indietro. La notizia in effetti era nell'aria dal momento in cui il riassetto della holding Telco aveva visto la salita al 66% della spagnola Telefonica.

A prendere la guida della società, per il momento, è il suo vice Aldo Minucci. La riunione del consiglio di amministrazione, ancora in corso, era iniziata alle 14.30 partendo proprio dalle dimissioni del manager, solo al termine sarà diffuso un secondo comunicato che chiuderà la vicenda con il sigillo dell'ufficialità.

Sul tavolo ci sono altri temi, in primis le linee guida del piano industriale messo a punto dall'amministratore delegato Marco Patuano e la nomina del consigliere che sostituirà Elio Catania, dimessosi dopo l'interdizione decretata dal Tribunale di Roma. Domani sempre Patuano incontrerà i vertici dei sindacati di Cgil, Cisl e Uil per discutere di quanto si è deciso del cda di oggi.

La notizia delle dimissioni di Bernabé ha avuto effetti positivi sulla borsa, visto che il titolo sta registrando un progresso dello 0,79% a 0,638 euro con quasi 190 milioni di titoli passati di mano.

  • shares
  • Mail