Istat: produzione industriale giù del 4,6% sull'anno

Ad agosto 2013 produzione industriale in calo del 4,6% sull'anno e dello 0,3% rispetto a luglio.

L’Istat comunica che la produzione industriale ad agosto cala dello 0,3% rispetto a luglio quando la contrazione era stata dell'1%. “La scarsa diminuzione congiunturale” è da imputarsi al comparto energia, con l'indice che scende dell'1,6% e aumenta invece per tutti gli altri raggruppamenti di industrie.

Su base tendenziale, cioè rispetto all’anno 2012, la flessione della produzione è invece del 4,6%, corretta per effetti calendario, la 24esima consecutiva.

Del resto la variazione acquisita per il nostro prodotto interno lordo nel 2013 è pari a -1,8%. Considerando la media dei primi 8 mesi dell'anno la produzione è in flessione del 4% annuo.

L’Istituto nazionale di statistica non manca di sottolineare che l'andamento della produzione nel mese di agosto è tradizionalmente molto volatile. Le stime degli economisti in ogni caso indicavano un incremento delle produzione dello 0,7% sul mese e un calo del 4,3% sull’anno.

Per settori di attività economica ad agosto 2013 i comparti che registrano la crescita tendenziale più alta sono quelli della fabbricazione di mezzi di trasporto (+13,1%), della fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica, apparecchi elettromedicali, apparecchi di misurazione e orologi (+12,4%), delle industrie tessili, abbigliamento, pelli e accessori (+10,5%).

Le diminuzioni più rilevanti invece sono relative ai settori della fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (-12,0%), della fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria (-8,9%) e della fabbricazione di macchinari e attrezzature (-8,8%).

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail