Alitalia, ok all'aumento di capitale

300 milioni di euro, il ruolo di Poste Italiane e di Intesa San Paolo.

L'aumento di capitale da 300 milioni di euro è cosa fatta: l'assemblea dei soci di Alitalia lo ha deliberato all'unanimità. Un aumento di capitale che è al massimo di 300 milioni, in proporzione in base alla quota di capitale posseduta dai soci. A partire da domani ci sarà un mese di tempo per sottoscrivere le nuove azioni; i soci che sottoscriveranno tutte le azioni di "loro spettanza" avranno qualche tempo in più.

Previsto anche l'ingresso di Poste Italiane, che garantisce di coprire fino a un massimo di 75 milioni di euro di "rimasti eventualmente inoptati e Intensa San Paolo e Unicredit garantiscano la sottoscrizione di massimi 100 milioni dell'eventuale ulteriore inoptato".

Terminata l'assemblea, i consiglieri di Alitalia hanno fatto sapere di essere pronti a dare le dimissioni: "I consiglieri di Alitalia in previsione del possibile mutamento degli assetti proprietari conseguente alla realizzazione dell'operazione di aumento di capitale, hanno manifestato l'intenzione di rassegnare le loro irrevocabili dimissioni dalla carica con effetto dalla data dell'assemblea che sarà convocata subito dopo l'esecuzione dell'aumento di capitale".

  • shares
  • Mail