La Cina cresce del 7,8% annuo

Il dato è il migliore del 2013: le borse di Asia e Pacifico festeggiano e chiudono sui massimi degli ultimi 5 mesi, anche se rimane l'incertezza sulla sostenibilità della ripresa.

Il gigante cinese accelera il passo. Nel terzo trimestre dell’anno l’economia del Paese del Dragone è cresciuta del 7,8% annuo dopo il 7,5% registrato nel secondo trimestre.

Il dato è in linea con le previsioni, ma è comunque il migliore del 2013 e infatti le borse asiatiche hanno chiuso la settimana sui massimi degli ultimi cinque mesi, tranne Tokyo che ha archiviato gli scambi in lieve calo dopo sette giorni consecutivi di guadagni.


La domanda, sia estera che domestica, ha sostenuto la produzione industriale cinese, così come le vendite al dettaglio, anche se c’è stata, a sorpresa, un flessione delle esportazioni a settembre.

Il tasso di crescita dell'economia cinese si attesta al 7,7% nei primi nove mesi dell'anno. All'agenzia Reuters l'economista di Mizuho Securities Shen Jianguang spiega:


"Il dato del terzo trimestre è in linea con le attese del mercato ma l'incertezza riguarda la sostenibilità di questa ripresa. Riteniamo che la ripresa del terzo trimestre sia stata guidata soprattutto dal buon andamento del mercato immobiliare".

Nel dettaglio la produzione industriale a settembre è salita del 10,2% annuo contro il 10,4% di agosto mentre la previsione non andava oltre un +10,1%. Le vendite al dettaglio sono cresciute a settembre del 13,3% su base tendenziale, leggermente sotto le previsioni (+13,5%) dal +13,4% del precedente agosto. Gli investimenti in capitale fisso invece hanno fatto segnare da gennaio a settembre 2013 un +20,2%, in linea con le attese.

Foto © Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail