La Bce taglia i tassi di interesse allo 0,25%: costo del denaro al minimo storico

Il consiglio direttivo della Bce porta i tassi al nuovo minimo storico dello 0,25%. Dopo la decisione, Euro in calo sui mercati internazionali e Borse euforiche.

La Banca centrale europea supera le diffidenze interne e taglia il costo del denaro di 25 punti base portandolo dallo 0,50% appunto allo 0,25%, nuovo minimo storico per la valuta unica europea.

Il Consiglio direttivo della Bce oggi, contro le previsioni della maggior parte degli analisti, non ha aspettato ulteriormente per il taglio dei tassi di interesse, di sicuro una bella boccata d’ossigeno per le sofferenti esportazioni dell’eurozona.

Nei giorni scorsi un intervento in tal senso era stato sollecitato anche dal nostro ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni che aveva tuonato contro il super euro. Del resto il numero uno della Bce Mario Draghi aveva ripetuto più volte che la politica monetaria accomodante praticata dall’istituto centrale europeo, con sede a Francoforte, sarebbe stata suscettibile di ulteriori interventi di riduzione dei tassi, se necessario alla ripresa.

Il nuovo taglio dei tassi di interesse, dopo quello di maggio, è stato favorito anche dalla discesa del tasso di inflazione di Eurolandia, allo 0,7% a ottobre, dall'1,1% di settembre, ai minimi da quasi quattro anni.

La Bce ha chiarito che il tasso sui prestiti marginali viene ugualmente tagliato di un quarto di punto, allo 0,75%, e il tasso sui depositi overnight delle banche presso la Bce viene confermato uguale a zero.


Dopo la decisione dell’Eurotower, la moneta unica europea è andata giù sui mercati internazionali per segnare quota 1,335 sul dollaro, da 1,3507 precedente al taglio. L’euro è in calo anche sulla sterlina a 0,8312, da 0,841 precedente, ai minimi da gennaio 2013, e sullo yen, a 132, contro 133,3 pre-taglio tassi.

Le Borse europee abbastanza fiacche e alla finestra per tutta la mattinata festeggiano: Londra sale dello 0,44%, Milano dell'1,01 % (FTSE Mib a 19.454 punti), Francoforte dell'1,25%, Parigi dell'1,3%, e Madrid dell'1,79%.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail