Rallenta l'inflazione: a ottobre si ferma allo 0,8%

Il rialzo dell'inflazione annua a ottobre si ferma allo 0,8% dallo 0,9% di settembre

Rallenta il rialzo dell'inflazione nel mese di ottobre; a rilevarlo è l'Istat, che quantifica il rialzo dell'inflazione annua a ottobre allo 0,8% dallo 0,9% di settembre, rivedendo in lieve rialzo le stime allo 0,7%.

Secondo l'istituto nazionale di statistica l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività, al lordo dei tabacchi, diminuisce dello 0,2% su base mensile e aumenta dello 0,8% su base annua: una lieve decelerazione dell'inflazione che ha sorpreso gli addetti ai lavori.

Su settembre, i prezzi risultano in calo dello 0,2%, nonostante proprio dal 1° ottobre sia scattato il rialzo dell'Iva: tale rallentamento è in gran parte imputabile alle componenti più volatili, come i beni energetici e gli alimentari freschi, al netto dei quali la crescita tendenziale dell’indice dei prezzi al consumo (inflazione di fondo) resta stazionaria all’1,2%.

Sempre su ottobre 2013, scrive l'Istat, l’indice armonizzato dei prezzi al consumo aumenta dello 0,1% su base mensile e dello 0,8% nei confronti di ottobre 2012 (+0,7% la stima provvisoria): rispetto a ottobre 2012, nonostante il calo dello 0,1% del tasso di crescita dei prezzi dei beni, il differenziale inflazionistico tra servizi e beni si amplia di due decimi di punto percentuale rispetto a settembre 2013.

I dati Istat confermano la fase di stagnazione dei consumi: sebbene l'Istat abbia rivisto in leggero rialzo il tasso d'inflazione per ottobre, portando allo 0,8% dallo 0,7%, si tratta comunque del livello più basso dal novembre del 2009 (quando era allo 0,7%); un dato che, preso singolarmente, potrebbe anche essere incoraggiante per l'economia italiana.

  • shares
  • Mail