Il dipinto più costoso della storia battuto all’asta da Christie’s per 142 milioni di dollari

Si tratta di "Three Studies of Lucian Freud", trittico del pittore irlandese Francis Bacon.

L’opera d’arte più costosa di tutti i tempi è stata venduta ieri sera nell’arcinota casa di aste Christie’s a New York: si tratta di un trittico del 1969 realizzato dal pittore espressionista irlandese Francis Bacon, morto nel 1992. Dopo sette offerte, il quadro è stato battuto per 142,4 milioni di dollari, più di 105 milioni di euro.

È il prezzo più alto raggiunto per un'opera d’arte durante un'asta. Three Studies of Lucian Freud ritrae lo stesso Lucian Freud - pittore realista britannico morto nel 2011, nipote del padre della psicanalisi Sigmund - seduto su una sedia di legno in tre diverse pose, con dietro uno sfondo arancione.

Il prezzo del quadro ha superato il precedente record che apparteneva all’Urlo di Edvard Munch, dipinto aggiudicato in un’asta di Sotheby’s per 120 milioni di dollari nel 2012. Il trittico di Bacon, l'unico dedicato a Freud che era ancora in circolazione, faceva parte di un gruppo di lavori dell’artista venduti da un collezionista anonimo di Roma a un consorzio di investitori. Negli anni Settanta i tre pannelli erano stati venduti separatamente, furono poi riuniti in un'unica opera proprio dal collezionista capitolino. Il pannello centrale venne comprato a Parigi da un mercante d'arte quelli di sinistra e di destra da un collezionista in Giappone.

Ieri sera l'asta di 69 opere del dopoguerra e di arte contemporanea tenuta da Christie’s ha raccolto 691 milioni di dollari comprese le commissioni, oltre le più rosee attese che si fermavano a 670 milioni di biglietti verdi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail