Banche: multa UE da 1,7 miliardi a 8 istituti che manipolavano i tassi benchmark

Sanzione record della Commmissione europea per Deutsche Bank, Societe generale, JPMorgan, Rbs, Citigroup e RP Martin.

a:2:{s:5:"pages";a:2:{i:1;s:0:"";i:2;s:8:"pagina 2";}s:7:"content";a:2:{i:1;s:1123:"

Sono 8 banche europee e statunitensi di prim’ordine quelle finite nel mirino dell’UE e che sono state multate per la cifra record di 1,7 miliardi di euro dalla Commissione europea in quanto colpevoli di manipolazioni dei tassi di interesse benchamrk.

Gli istituti multati sono Deutsche Bank, Rbs, Societe Generale, JP Morgan, Citigroup e Rp Martin mentre se la sono cavata per il rotto della cuffia Barclays e Ubs che ieri all’agenzia Reuters una fonte, anticipando la notizia, dava come sanzionate al pari delle altre.

Barclays e Ubs si sono salvate in calcio d'angolo perché avevano rivelato l'esistenza di cartelli tra gli istituti di credito, a scapito dell’ignara clientela.

Foto © Getty Images - Tutti i diritti riservati

Continua a pagina 2

";i:2;s:1205:"

pag. 2

Ad annunciare la decisione è stato oggi il commissario UE alla concorrenza Joaquin Almunia:

Quel che è scioccante degli scandali Euribor e Libor non è solo la manipolazione degli indici, ma anche la collusione tra banche che si suppone siano concorrenti tra di loro

Appunto, si suppone. Con la mega multa, ha proseguito Almunia, l'Unione:

manda un chiaro segnale sul fatto che la Commissione è determinata a combattere e sanzionare questi cartelli nel settore finanziario.

Si tratta della sanzione più elevata per violazione di norme anticoncorrenza fin qui comminata dalla Commissione europea. A essere manipolati i tassi d'interesse dei derivati denominati in euro e in yen: i benchmark interessati sono appunto il Libor (London inter bank offered rate), il tasso interbancario di Tokyo e quelli equivalenti dell’eurozona.";}}

  • shares
  • Mail