Rapporto Censis: Italia sfiancata dalla crisi, esodo di giovani all’estero

Il 47° rapporto annuale del centro studi Censis scatta l'istantanea di "un Paese sotto sforzo o, meglio, profondamente fiaccato da una crisi persistente".

a:2:{s:5:"pages";a:2:{i:1;s:0:"";i:2;s:8:"pagina 2";}s:7:"content";a:2:{i:1;s:1018:"

L’Italia è un Paese sfiancato dalla crisi: una famiglia su 4 fa fatica ad arrivare a fine mese, a fare la spesa, a pagare tasse o bollette varie, e il 70% dei nuclei è in seria difficoltà ogni volta che deve affrontare un costo imprevisto.

Sono i dati del Rapporto annuale del Censis secondo cui quest’anno il 69% delle famiglie ha indicato una riduzione e un peggioramento della propria capacità di spesa.

Il centro studi scatta l’istantanea della fragilità di una "larga parte del Paese" con l’incertezza che ha ormai preso il sopravvento trasformandosi in preoccupazione e inquietudine sia per il presente che per il futuro.

continua a pagina 2

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

";i:2;s:1083:"

pag. 2

Il calo record dei consumi è il sintomo di un Paese "sotto sforzo", che non sa in quale direzione andare perché "smarrito, fiaccato da una crisi persistente".

In questo quadro gli italiani che decidono cercare la fortuna fuori dai patri confini diventano sempre più numerosi: con una disoccupazione giovanile arrivata sui massimi storici e quella generale che si avvicina al 13% per molti non c’è altra strada.

Un esodo, una fuga, che negli ultimi 10 anni ha fatto più che raddoppiare il numero dei connazionali che ha trasferito la propria residenza all’estero: da 50mila a 106mila unità. Incremento che ha fatto segnare un vero boom tra il 2011 e il 2012: +28,8%. Inutile dire che a fare la valigia per l’estero sono soprattutto giovani, il 54,1% ha infatti meno di 35 anni. ";}}

  • shares
  • Mail