L'economia del Nord Europa cresce più di quella dell'Eurozona

Ma l'andamento dell'attività economica nei Paesi nordici sarà disomogeneo. Secondo gli economisti di Nordea l’economia di Eurolandia tornerà alla crescita nel 2014, dell'1%.

a:2:{s:5:"pages";a:2:{i:1;s:0:"";i:2;s:8:"pagina 2";}s:7:"content";a:2:{i:1;s:1113:"

L’economia del Nord Europa crescerà nei prossimi anni di più rispetto a quella dell’Eurozona confermandosi come l'area economicamente più solida del continente, ma i singoli Paesi avranno un andamento non omogeneo.

Secondo uno studio presentato oggi dagli analisti di Nordea la crescita delle economie nordiche sarà dello 0,8% nel 2013, dell’1,6% nel 2014 e dell’1,8% nel 2015.

Per Helge Pedersen, capo economista globale di Nordea:

“l’economia norvegese una volta così forte sta affrontando un brusco rallentamento dovuto principalmente ad un calo del mercato immobiliare, mentre la Danimarca ha ripreso slancio dopo alcuni anni di crisi del mercato immobiliare Approfittando del vento a favore"

Continua a pagina 2

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

";i:2;s:791:"

pag. 2

Mentre:

"la Svezia ha affrontato i problemi dell’export, ma ora sono arrivati tempi migliori grazie alla ripresa dell’attività internazionale. La Finlandia è ancora alle prese con grossi problemi legati alla crescita”.

Per gli analisti di Nordea - società facente parte di gruppo leader nella fornitura di servizi finanziari alle regioni nordiche e del Mar Baltico - l’economia di Eurolandia invece quest’anno si contrarrà dello 0,4% per crescere poi solo dell’1% nel 2014 e dell’1,5% l’anno successivo.

Previsioni in linea con le ultime stime della Banca centrale europea secondo cui il Pil della zona Euro calerà dello 0,4% nell'esercizio in corso, per salire dell'1,1% nel 2014 e dell'1,5% nel 2015.

";}}

  • shares
  • Mail