Bankitalia: 8 operazioni su 10 ancora in contanti

Gli strumenti di pagamento alternativi al contante utilizzati più spesso dagli italiani sono anche quelli più costosi.

a:2:{s:5:"pages";a:2:{i:1;s:0:"";i:2;s:8:"pagina 2";}s:7:"content";a:2:{i:1;s:1021:"

I pagamenti con moneta elettronica sono ancora poco diffusi in Italia: l'83% delle transazioni avviene infatti in contanti, a fronte di una media europea ferma al 65%.

Sono dati di uno studio sulla Sepa (Single euro payments area), il progetto per una singola area dei pagamenti nella zona dell'euro, pubblicato oggi da Bankitalia.

Rispetto all'Eurosistema l'Italia si caratterizza per un uso limitato di strumenti di pagamento con appena 71 operazioni all’anno contro una media europea di 187.

Se la realizzazione della Sepa permettesse all'Italia di allinearsi al dato medio del Vecchio continente il mercato italiano incrementerebbe il giro di transazioni elettroniche di circa 4 miliardi in 12 mesi. Con ovvi benefici anche per la lotta all’evasione fiscale.

continua a pagina 2

";i:2;s:1363:"

pag. 2

Dallo studio emerge poi che gli strumenti di pagamento alternativi al contante che vengono utilizzati più spesso dagli italiani sono anche quelli più costosi, come gli assegni e gli altri strumenti esclusi dalla Sepa. Da palazzo Koch spiegano:


"I dati analizzati confermano l'importanza per l'Italia di una piena realizzazione della Sepa e, più in generale, dell'ammodernamento del sistema dei pagamenti, volto a ridurre l'uso del contante, potenziare la diffusione di strumenti elettronici e ridurre i costi dei servizi di pagamento per la collettività. Tale evoluzione potrebbe avere effetti positivi sull'economia nel suo complesso 15 e sarebbe in linea con le politiche europee ed italiane volte a favorire una maggiore diffusione della tecnologia presso il pubblico. La fiducia dei cittadini, inoltre, potrà essere rafforzata dalla proposta di revisione della Psd che si propone di accrescere la trasparenza in favore degli utilizzatori e di superare la frammentazione normativa ancora presente in Europa nel settore degli e-payments e dei mobile-payments".

La diffusione delle transazioni su carta elettronica è discreta, arrivando a circa il 40% del totale. Bonifico e addebito diretto sono utilizzati per 15-17% dei movimenti, ben al di sotto della media europea, al 30%.

";}}

  • shares
  • Mail