Trattativa Alitalia, UIL: management senza strategie, previsti 1.500 esuberi

Il segretario generale aggiunto della Uil Trasporti: "La cosa più preoccupante è che dentro all'azienda ci sono poche teste pensanti per come uscire da questa crisi. In questo momento Alitalia non ha strategie".

a:2:{s:5:"pages";a:2:{i:1;s:0:"";i:2;s:8:"pagina 2";}s:7:"content";a:2:{i:1;s:1002:"

Trattativa tutta in salita per i sindacati alle prese con il nuovo piano industriale di Alitalia, dopo l’ingresso da parte di Poste Italiane nella società e l’aumento di capitale per evitare il fallimento dell’ex compagnia di bandiera.

Alla vigilia dell'incontro con l'azienda il segretario generale aggiunto della Uil Trasporti Marco Veneziani spiega che "non sarà facile far accettare i tagli di cui si parla".

Ai microfoni de "L'Economia prima di tutto" stamattina il sindacalista ha dato un giudizio tranchant sui manager di Alitalia, che lo ricordiamo ha 1,2 miliardi di debiti.


continua a pagina 2

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

";i:2;s:1143:"

pag. 2

Secondo Veneziani:

"La cosa più preoccupante è che dentro all'azienda ci sono poche teste pensanti per come uscire da questa crisi. In questo momento Alitalia non ha strategie".

La Uil aspetta di conoscere ufficialmente il piano industriale ma già prevede:

"una trattativa in salita, molto difficile, non sarà facile far accettare i tagli di cui si parla nelle anticipazioni, soprattutto alle persone che hanno già fatto molti sacrifici per questa compagnia. Abbiamo notizie ufficiose su una realtà' molto brutta Sulla possibilità che vi sia una riduzione complessiva dei costi tra il 20 e il 25%, tagli agli stipendi superiori al 40 mila euro lordi, ricorso ai contratti di solidarietà e circa 1500 esuberi".

Il dirigente assicura che se il piano industriale sarà di soli tagli, il sindacato è pronto anche alla mobilitazione, pur sapendo che non si risolvono così i problemi dell'azienda e dei suoi dipendenti: ammissione di impotenza di sigle sindacali ormai incapaci di tutelare davvero i diritti dei lavoratori.";}}

  • shares
  • Mail