Natale e Capodanno di crisi? È boom per le mini-vacanze

La spesa media per i viaggi è in calo del 9% rispetto all'anno scorso. Il sondaggio di Confesercenti-SWG.

a:2:{s:5:"pages";a:2:{i:1;s:0:"";i:2;s:8:"pagina 2";}s:7:"content";a:2:{i:1;s:1231:"

Per le feste di Natale e Capodanno il 42% degli italiani, nonostante la crisi, non rinuncerà a concedersi un break, percentuale in salita del 17% rispetto all’anno scorso.

Una mini-vacanza, un mini viaggio insomma, da affrontare con un budget di spesa massimo pari a 250 euro. Così secondo i dati forniti da un sondaggio di Confesercenti-SWG.

Per queste festività di Natale e primo dell'anno a mettersi in viaggio saranno 9.500.000 persone, il 2% in meno rispetto al 2012 ma pur sempre il 20% dei cittadini adulti residenti in Italia.

continua a pagina 2

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

";i:2;s:1006:"

pag. 2

Il 36% di chi non partirà indica come causa la situazione delle proprie finanze, l’ostacolo principale per 13,6 milioni di persone che resteranno a casa, mentre crescono del 7% rispetto all'anno scorso i vacanzieri che rimarranno fuori solo un weekend: il tipico "fuori porta" di due giorni che finora è sempre stato una caratteristica delle vacanze pasquali e non natalizie.

Secondo il sondaggio di Confesercenti-SWG poi, c’è sì da registrare rispetto a Natale e Capodanno scorsi una flessione della spesa media degli italiani che si metteranno in viaggio (-9%, pari a 694 euro) ma in virtù di questo risparmio aumenterà il periodo di durata del soggiorno, da 6 a 7 giorni, e ciò grazie a chi rimarrà fuori casa anche solo un paio di giorni.

Cresce anche la voglia e la richiesta di viaggi che arricchiscano culturalmente (+9%) con le città d'arte che raccolgono il 33% delle preferenze contro il 30% di chi predilige la tradizionale vacanza sulla neve.
";}}

  • shares
  • Mail