IMU e Tares: oggi è l'ultimo giorno per pagare

La Cgia di Mestre: "Rispetto a quando si pagava l'Ici, i proprietari di capannoni hanno subito nel 2012 un incremento medio del 100%".

a:2:{s:5:"pages";a:2:{i:1;s:0:"";i:2;s:8:"pagina 2";}s:7:"content";a:2:{i:1;s:1035:"

Scade oggi la seconda rata dell'Imu per i proprietari di seconde case, negozi e capannoni industriali con un esborso che in media sarà di circa 399 euro a testa.

"Per molti imprenditori oggi dal punto di vista economico sarà una giornata campale"

spiega la Cgia di Mestre; in 16 Comuni infatti oltre al saldo dell'Imposta sulla casa, che porterà nelle casse statali circa 16 miliardi, si dovrà pagare anche la Tares, la tassa sui rifiuti, dal 2014 accorpata - come del resto l’Imu, cui è stato cambiato il nome - nella nuova service tax.

continua a pagina 2

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

";i:2;s:1192:"

pag. 2

Rispetto al 2012 la Cgia parla di aumenti di tasse davvero pesanti, il segretario Giuseppe Bortolussi commenta:

 "Questi aumenti vanno a sommarsi a quelli già avvenuti l'anno scorso. Rispetto a quando si pagava l'Ici, i proprietari di capannoni hanno subito nel 2012 un incremento medio del 100%, con punte che in molti casi hanno toccato il 154%. Come è possibile subire questi aumenti quando negli ultimi 5 anni di crisi economica la produzione dei rifiuti è diminuita del 5% e l'incidenza della raccolta differenziata, che ha consentito una forte riduzione dei costi di smaltimento, è aumentata del 30,5%?"

Intanto tra le nuove in arrivo dalle legge di stabilità, che domani approda in aula a Montecitorio, c’è un piccolo rinvio del termine di pagamento della cosiddetta mini Imu sulla prima casa, con la scadenza che passa dal 16 al 24 gennaio e 13 milioni di italiani che dovranno versare in media tra i 60 ed i 100 euro. Dal versamento sono esentati i fabbricati rurali ad uso strumentale.
";}}

  • shares
  • Mail