Mercato auto Europa: a novembre crescono le vendite, non per Fiat però

Per il Lingotto vendite in calo del 5,8% a novembre.

a:2:{s:5:"pages";a:2:{i:1;s:0:"";i:2;s:8:"pagina 2";}s:7:"content";a:2:{i:1;s:1230:"

Proseguono i segnali di ripresa che arrivano dal mercato dell'auto europeo, aumentano seppur di poco le vendite ma non per Fiat che sconta la debolezza del mercato italiano. A novembre le immatricolazioni nell'Europa a 27 sono cresciute dell'1,2%, per 938.021 nuove auto vendute secondo i dati forniti dall'Acea.

Si tratta del terzo lieve aumento consecutivo e da gennaio a novembre sono state immatricolate 10.945.360 nuove auto con una flessione del 2,7% rispetto allo stesso periodo del 2012.

Per il Lingotto invece le vendite continuano a calare, e a influire è soprattutto il risultato negativo in Italia (-4,5%), mercato di riferimento di Fiat che sempre a novembre registra un calo del 5,8% per la vendita di auto in Europa (Ue a 27+Efta) con l'immatricolazione di 55.637 nuove auto contro le 59.093 del novembre 2012 portando la quota di mercato al 5,7% dal 6,1%.

continua a pagina 2

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

";i:2;s:807:"

pag. 2

Nei primi 11 mesi del 2013 le vendite della casa torinese sono in calo dell'8%, a 688.645 nuove auto, con una quota passata in un anno dal 6,4% al 6,1%.

In Europa, a novembre la immatricolazioni sono cresciute del 7% in Gran Bretagna e del 15,1% in Spagna. In flessione le vendite in Germania (-2%), Francia (-4%) e Italia (-4,5%), fanalino di coda tra i principali paesi Ue.

In valori assoluti novembre 2013 rappresenta il terzo peggior novembre da quando è iniziata la serie storica di Acea, l'associazione dei costruttori europei di auto. Da gennaio a novembre di quest'anno la Germania ha lasciato sul terreno il 4,9%, la Francia il 7,1% , l'Italia il 7,7% mentre Inghilterra e Spagna hanno visto una crescita delle immatricolazioni del 2,1% la prima e del 9,9% la seconda.";}}

  • shares
  • Mail